Letteratura

La Divina Commedia di Dante Alighieri

di Nunzia La Montagna Un viaggio per trasportare l’intera umanità dallo stato di miseria alla felicità. La Divina Commedia di Dante è l’opera italiana più conosciuta nel mondo e più studiata nel mondo. https://www.feniceinpigiama.it/wp-content/uploads/2021/02/Progetto-senza-titolo-4.mp4 In realtà, alla sua composizione, l’opera era intitolata Commedia; questo perché, secondo l’autore, il suo poema appartiene al genere comico: in primo luogo per il contenuto, poiché prende avvio dall’orribile situazione del peccato per concludersi felicemente con la salvezza; in secondo luogo per ragioni stilistiche, poiché… Leggi tutto »La Divina Commedia di Dante Alighieri

La ricchezza dell’editoria indipendente italiana: il “caso” Beijing story

di Mariachiara Leone La postfazione di Mario Fortunato, curatore del volume “Beijing story”, di Tongzhi, edito per Nottetempo edizioni, fa comprendere che grande ricchezza rappresenta per il lettore il lavoro delle case editrici indipendenti. https://www.feniceinpigiama.it/wp-content/uploads/2021/01/video-1612980031.mp4Il “caso” di Beijing story lo è non solo per il testo in sé e la storia che vi è celata ma anche e soprattutto perché rappresenta un “caso” editoriale tutto italiano. Riportare per intero la nota a fine romanzo di Mario Fortunato, fa comprendere a… Leggi tutto »La ricchezza dell’editoria indipendente italiana: il “caso” Beijing story

Copertina articolo colori proibiti e beijing story libri

Tra Colori proibiti e Beijing story

di Mariachiara Leone La questione LGBTQ+ nella letteratura asiatica: “Colori proibiti” di Yukio Mishima e “Beijing story” di Tongzhi. Questi sono due romanzi che permettono al lettore di “farsi una idea” sulla questione di genere in Asia, in particolare in Cina ed in Giappone.  Sul “vento del sud” (come solevano chiamare in Giappone la questione di genere e i locali frequentati da omosessuali) dei Tongzhi (termine gergale usato in Cina per indicare i gay). Termine, tra l’altro, che l’autore di… Leggi tutto »Tra Colori proibiti e Beijing story

Se questo è un uomo di Primo Levi

di Nunzia La Montagna Leggere per non dimenticare. 27 gennaio 1945. Cosa vuol dire e perché è fondamentale ricordare. Se questo è un uomo è un’opera scritta da Primo Levi nel 1958 pubblicata dalla casa editrice Einaudi. Questo libro nasce dal desiderio di raccontare la terribile realtà del Lager che diventa un bisogno primario ad Auschwitz. Il prigioniero, infatti, sogna spesso di tornare a casa e di raccontare la sua esperienza. Levi scrive che “il bisogno di mangiare e quello… Leggi tutto »Se questo è un uomo di Primo Levi

Quando l’hype è mal riposto: letture flop!

di Mariachiara Leone Cocenti delusioni ed una doccia fredda: “Hunger Games”, “Echi in tempesta”, “La nona casa”. Non sempre si possono recensire e consigliare bellissime letture. A volte “raccontare” esperienze di lettura tiepidine può fungere da motore per creare discussioni accattivanti intorno alla letteratura. Leggere durante l’anno appena passato non è stato semplice per tutti. Alcuni lettori hanno sofferto moltissimo il periodo e contrariamente a quanto si pensa, hanno letto poco e male (distratti da ansia e preoccupazioni). Altri lettori… Leggi tutto »Quando l’hype è mal riposto: letture flop!

Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry

di Nunzia La Montagna Un romanzo che aiuta ancora oggi a ricordare il bambino/a che si è stati, per essere gli adulti di cui si ha un disperato bisogno. Il Piccolo Principe è un libro scritto da Antoine de Saint-Exupéry e pubblicato il 6 aprile 1943. Questa è un’opera che tutti: adulti, bambini e anziani, dovrebbero leggere almeno una volta nella vita perché non si tratta del semplice libricino per bambini che racconta di un “piccolo principe”; le sue poche… Leggi tutto »Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry

Seni e uova feat. Red Girls

di Mariachiara Leone Da Meiko Kawakami a Sakuraba Kazuki. Quando la letteratura contemporanea giapponese non è solo Murakami. Quando si “parla” di letteratura contemporanea giapponese, in Italia si tende a consigliare “i citatissimi” Haruki Murakami e Ryū Murakami. Ultimamente edizioni e/O ha proposto, all’interno del proprio catalogo editoriale, due “bombe a mano” : Meiko Kawakami e Sakuraba Kazuki.  Prima bomba di carta: Seni e uova di Mieko Kawakami Parrebbe semplice recensire questo romanzo ed invece è davvero difficile coglierne tutte… Leggi tutto »Seni e uova feat. Red Girls

Il potere della letteratura: La storia infinita

di Nunzia La Montagna La storia infinita di Michael Ende è un libro che ha segnato la letteratura mondiale.  Scritto da Michael Ende, autore tedesco morto nel 1995, “La storia infinita” è considerato un caposaldo della letteratura per ragazzi nonché un classico della letteratura mondiale.  Le prime pagine di questo romanzo presentano Bastiano Baldassare Bucci, un ragazzino goffo e grassoccio che ha una grande passione per la lettura. Così, un giorno entra in una libreria e trova un volume intitolato,… Leggi tutto »Il potere della letteratura: La storia infinita

25 dicembre a casa Dickens: Canto di Natale

di Nunzia La Montagna  Quest’anno ricorre il 150esimo di Charles Dickens. L’uomo che con “Canto di Natale” ha fatto innamorare il mondo di questa festività a prescindere dal contesto religioso a cui appartiene. Uno dei classici per eccellenza legati a questo periodo: “Canto di Natale”, scritto da Charles Dickens. Il libro ci catapulta nella vita di Ebenezer Scrooge, vecchio avaro il cui unico pensiero è quello di accumulare quanti più soldi possibili. Per Scrooge il Natale è una perdita di… Leggi tutto »25 dicembre a casa Dickens: Canto di Natale

copertina Mo Yan

Cina: Mo Yan e realismo allucinatorio

di Mariachiara Leone La Cina attraverso la vita e le opere del Premio Nobel per la Letteratura 2012: Mo Yan. Una citazione che calza a pennello per “aprire” questo excursus su Mo Yan è questa: ” La Cina è un luogo di distanze continue. Il viaggiatore o chi si trova a viverci da straniero intersecano continuamente le traiettorie della differenza. La frequentazione della Cina insegna a misurare la distanza giorno dopo giorno, e – appunto – non c’è misura più efficace degli… Leggi tutto »Cina: Mo Yan e realismo allucinatorio